geroglifici

 

Il vuoto s’adagia

lento tra i sudari

dei riti del silenzio,

sui vetri appannati

del fiato ingiallito,

sugli stipiti delusi

delle vene molli

 

e furtivo s’insinua

il tempo svanito

tra le nebbie

di corpi illusi

di avere un’anima.

 

Caute dita forse

tenteranno nuovi

geroglifici di sabbia

per volare ancora

al primo vento.

 

 

Ⓒ Cipriano Gentilino

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Annunci

10 Comments

  1. la tua vena malinconica e senza tempo lascia viaggiare il lettore (che tratti sempre con rispetto) ovunque la tua parola lo porti, è quel vento che sfiora la sabbia, ma non alza polveroni, grazie

    Piace a 2 people

I commenti sono chiusi.