la pioggia

la pioggia d’autunno

dei cieli anneriti

scioglie lenta epitaffi di

occhiali e scarpe di cenere

giacche rattoppate di piombo

e cadono di notte dal platano

foglie rosse scosse

senza coro di versi ribelli

Annunci

13 Comments

  1. La strofa che mi ha più colpito di questo “dipinto poetico” è l’ultima….quando quelle foglie
    rosse cadono, senza eco alcuno, e con morbidezza, s’adagiano al suolo!
    E’ sempre un piacere soffermarmi sui tuoi originali e creativi versi, Cipriano, un saluto,silvia

    Piace a 1 persona

    1. Grazie per questo tuo bel commento. È con intensita’ degli affetti e della socialita’ vera che dovremmo reagire a questo grigiore. La poesia non risolve,forse, ma aiuta a “sentire” . Insieme è meglio. Grazie ancora Marilena e buona giornata !

      Mi piace

I commenti sono chiusi.