Atelier

nebbia piovosa

sul lastrico a ciotole

dei vetri riflessi scivolati

dall’atelier dei colori

di tele diffidenti

stropicciati pentagrammi

e versi senza vino

per piazze svuotate

appannate

ⒸCipriano Gentilino

Annunci

22 Comments

  1. Buonasera Cipriano, avrei voluto fare delle osservazioni su qualche tuo scritto precedente, ma i commenti sono chiusi. Hai inserito tu questa clausola? Fammi sapere se sarà possibile intervenire, in seguito, anche su tue poesie non recenti. Cari saluti,silvia

    Piace a 1 persona

  2. niebla lluviosa

    en miseria a cuencos

    de los vidrios reflejos sueltos

    del taller de los colores

    de tele desconfiadas

    arrugados pentagramas

    y versos sin vino

    por plazas vaciadas

    empañadas

    Piace a 1 persona

  3. Uno scenario opaco della vita che si vive, in cui fra mille difficoltà e fraintendimenti dell’epoca,
    gli artisti, a fatica, cercano di lasciare un messaggio della loro speciale sensibilità interiore
    Sempre bello leggerti, Cipriano, un caro saluto,silvia

    Piace a 3 people

  4. Sono i giochi di chiaro/scuro che raccontano le profondità.
    Molto bella, nella sua essenzialità, nuda di artefizi (povera di vino in tavola)
    Si, quel lastricato bagnato penso di conoscerlo…

    Piace a 5 people

    1. grazie per il commento che coglie il chiaro/scuro di questa via degli artisti che fanno fatica a sentire, capire, dare senso e speranza in questo tempo convulso. Pensavo al lastricato che conosci ! grazie. ciao.

      Piace a 4 people

I commenti sono chiusi.