Istanbul

Era tempo d’amore

tra veli impudici

sul ponte dei Martiri

a Istanbul

 

prima dei califfi

chicchi di melograno

spremuti

come rosari tra le mani

nel tempo assorto

della moschea

 

ora nel roco silenzio blu

gli amori svaniscono

e sui bosfori restano

monconi di ponti

e sogni che

i martiri hanno già dimenticato,

 

ma i sopravvissuti etiopi

ameranno donne curde

prima dell’alba .

 

ⒸCipriano Gentilino

Annunci

10 Comments

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.